ARCA Sistemi S.r.l.


Vai ai contenuti

Domino - Le strategie

Prodotti > Domino


GESTIONE

In DOMINO è prevista la possibilità di far coesistere più gestioni aperte contemporaneamente, anche più di una ordinaria, e naturalmente più di una straordinaria.

Le
gestioni straordinarie si distinguono dalle gestioni ordinarie per due motivi principali:

  • riguardano l'implementazione di delibere assembleari di carattere straordinario, come nel caso ad esempio di lavori di ristrutturazione importanti o migliorie e/o innovazioni, per i quali può essere richiesto da parte dei condomini, un controllo specifico delle spese
  • hanno durata diversa, che può essere minore o maggiore della durata annuale di una ordinaria


In ogni caso, alla chiusura di una gestione straordinaria, il saldo eventualmente risultante dal raffronto tra i versamenti effettuati dai condomini a tale titolo, ed il consuntivo della gestione stessa, viene riportato nella più vecchia delle gestioni ordinarie correntemente aperte (aperte al momento della chiusura della straordinaria).
E' possibile
SOSPENDERE temporaneamente una gestione, affinchè non vengano effettuate registrazioni o modifiche di un certo tipo (per esempio una volta preparato il preventivo e le sue ripartizioni mentre si sta aspettando l'approvazione dello stesso, o in alcune fasi di consuntivazione), per dare la garanzia al responsabile del condominio che nessun altro utente di rete possa creare incongruenze tra i documenti prodotti e quelli che si andranno a produrre in un prossimo futuro.

PROPRIETA' E GODIMENTO

DOMINO prevede questa distinzione nelle tipologie di spesa per facilitare l'Amministratore nella corretta attribuzione delle stesse a proprietari, usufruttuari, o inquilini, qualora l'Amministratore decidesse di produrre risultati separati per proprietari ed inquilini. Le voci definite di proprietà saranno sempre attribuite ai proprietari (o all'usufruttuario se è il caso) delle unità immobiliari, mentre quelle di godimento saranno di competenza degli inquilini. In caso di inquilino assente (o assente per un certo periodo), l'importo viene automaticamente girato al proprietario (o all'usufruttuario), per il rateo di competenza.

COMPETENZA

Lo scopo di un programma di gestione condominiale è quello di attribuire correttamente spese e ricavi ripartiti ai soggetti interessati. Per far questo in modo corretto è necessario determinare a chi compete una certa spesa, e quindi non sono trascurabili la natura del costo, ed il periodo di competenza dello stesso. Quindi tutta la contabilità di DOMINO è gestita per competenza, e solo in alcuni casi particolari (per lo più dovuti a normative fiscali) l'importo verrà gestito "per cassa", dove cioè è rilevante SOLO l'esatto momento in cui ha luogo un incasso o un esborso per eseguire le operazioni che seguono la registrazione.

PERCHE' LA PARTITA DOPPIA

Perchè riteniamo che non sia sufficiente una semplice prima nota per l'amministrazione di tante e grandi realtà condominiali.
Perchè la giurisprudenza ed il diritto in materia di amministrazione condominiale, si stanno sempre più ampliando e complicando.
Perchè da quando il condominio è diventato sostituto d'imposta, la contabilità si è complicata.
Perchè riteniamo che sia il modo migliore per avere i controlli e le quadrature contabili che danno all'amministratore tranquillità e padronanza della gestione.
Perchè riteniamo utile (se non fondamentale) la gestione per "PARTITA", che ci evidenzia e ci facilita la gestione delle fatture non pagate o parzialmente pagate (debiti), soprattutto quando il debito / credito è a cavallo di gestione, e lo stesso dicasi per note di accredito e fatture da ricevere.
Perchè riteniamo che la gestione patrimoniale sia parte fondamentale di un qualunque bilancio e di una qualunque amministrazione, e la partita doppia gestisce e controlla la parte patrimoniale della nostra contabilità.
Per tutti questi motivi DOMINO si basa su un sistema contabile in partita doppia, dove comandano il DARE e l'AVERE, e dove non ci sono importi con segno negativo.
Naturalmente DOMINO crea automaticamente i movimenti contabili in partita doppia, per tutte le registrazioni, assistendo anche gli operatori che non hanno specifiche competenze contabili o ragionieristiche, in tutte le situazioni, ma consente anche agli operatori contabili di lavorare "a mano libera" su una vera contabilità.

IL PATRIMONIALE

Domino gestisce la contabilità in partita doppia, e ne consegue normalmente:

  • la corretta gestione della parte patrimoniale del bilancio del condominio. In questo modo non è necessario inventare scritture particolari che riportino saldi provenienti da documenti o gestioni esterne a Domino (vedi BANCA, TFR del portiere, fondi, crediti (per es. un rimborso assicurazione), debiti (fatture non pagate o pagate in parte), ecc...)
  • il controllo della quadratura delle registrazioni contabili
  • la corretta gestione di debiti e crediti per fatture ricevute pagate e non pagate, fatture da ricevere, note di accredito, ecc...
  • la corretta quadratura del bilancio, tra stato patrimoniale e conto economico


NON SOLO COSTI MA ANCHE RICAVI

Può essere strano, e sicuramente non usuale, ma possono per esserci anche delle ENTRATE (o dei crediti), che verranno prese in considerazione da DOMINO nella sua gestione condominiale. Per esempio potremmo avere un entrata per l'affitto di una sala comune, o per l'affitto ad una azienda di una recinzione sulla quale è stato apposto un cartello pubblicitario, o per un traliccio ripetitore di una azienda di telecomunicazioni che risiede nel parco comune, ma possiamo avere anche dei crediti, quale per esempio quello di un rimborso da parte di una assicurazione, che arriva parzialmente in una gestione e va a saldo nella successiva, e via discorrendo.
Possono esistere quindi anche i conti di ricavo (economici), come dei conti di credito (patrimoniali), che debitamente collegati ad una tabella millesimale, consentono la ripartizione a consuntivo e per ogni unità immobiliare di questi importi, che andranno a detrarsi dalle spese e dai debiti normalmente calcolati e ripartiti.

IL PIANO DEI CONTI ED I CONTI RIPARTITI

Il Piano dei Conti di Domino è assolutamente libero e personalizzabile, su tre livelli: Mastro - Gruppo - Conto. E' possibile inserire un Piano dei Conti esteso e complesso a piacere, senza per questo pregiudicare la leggibilità e la gestibilità delle ripartizioni e dei tabelloni di riparto. E' anche possibile definire dei conti RIPARTITI percentualmente su altri conti, per agevolare l'Amministratore già in fase di registrazione contabile.
DOMINO poi associa automaticamente ai fornitori i conti di costo utilizzati durante le rispettive registrazioni, per guidare l'operatore con minori possibilità di errore.

TUTTO E' RIPETIBILE

Tutte le operazioni di DOMINO sono ripetibili e ripercorribili. Ciò significa che DOMINO durante la sua gestione condominiale non registra saldi o situazioni intermedie che possono variare (per un qualunque motivo) nel prossimo futuro, ma ricalcola sempre i risultati al momento, in tempo reale, sulla base dei dati attuali.
Per esempio e per assurdo, supponiamo di aver associato una certa voce di spesa alla tabella millesimale errata, o che sia errata la tabella millesimale nei suoi millesimi, e quando ce ne accorgiamo abbiamo già preparato il preventivo della gestione, calcolato le rate, spedito le ripartizioni preventive e le lettere con il piano rate ai condomini, i quali hanno già effettuato diversi versamenti, ed abbiamo anche già registrato alcune fatture che coinvolgono questi conti.
La struttura estremamente modulare di DOMINO consente di correggere l'errore, semplicemente cambiando la tabella associata al conto di spesa, quindi ricalcolare tutte le ripartizioni ed il piano rate, e ristampare le lettere con il piano rate, il tutto con quattro click in pochi secondi. Sarà sufficiente avere la delibera per il ricalcolo ed azzerare il calcolo degli interessi (per non considerare morosi i condomini che hanno già versato sulla base dei calcoli precedenti...) per riallineare correttamente la gestione, e non sarà necessario toccare i versamenti già registrati, o la contabilità già inserita.
Naturalmente, l'unica operazione che di norma non è ripercorribile, è la chiusura gestione, che però è assistita da una serie di controlli che danno all'amministratore un ottimo grado di sicurezza durante l'operazione. Il bilancio consuntivo della gestione viene poi approvato dall'assemblea, e da quel momento non può più essere variato.
In realtà (anche se non è consigliabile e non è usuale) è tecnicamente possibile risalire alla situazione precedente ad una chiusura di gestione errata, sia perchè DOMINO consente l'export di tutti i dati del condominio (da eseguire sempre prima di una chiusura...) sia perchè DOMINO esegue una "fotocopia" dello stato del condominio proprio in fase di chiusura di una qualunque gestione, e la mette in storico per successive consultazioni. Quindi, anche nelle situazioni più disperate, magari con l'ausilio dell'assistenza tecnica di ARCA Sistemi S.r.l., è possibile ripercorrere le elaborazioni eventualmente errate.



Home Page | Chi siamo | Cosa facciamo | Clienti | Prodotti | Servizi | Consulenza | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu